Il tuo carrello

Un desiderio che si avvererà

Scritto da Marco Cassiano. Inserito in Eventi precedenti

makeawish

Festa dell’International Women’s Club Lugano per esaudire i desideri dei bambini gravemente malati del Ticino

Una serata d’eccezione all’insegna della solidarietà per raccogliere fondi a favore della Make-A-Wish® Foundation della Svizzera e del Liechtenstein, quella organizzata dal Comitato di Beneficenza dell’International Women’s ClubLugano www.iwcl.org sabato scorso nella splendida cornice del ristorante “Al Lido”. Durante il giorno, grazie alla vendita di libri organizzata dalla Libri al Centro di Lugano e Grancia www.librialcentro.ch, sono stati raccolti 400 franchi. In seratasi è aperto il cocktail di beneficenza al Lido. L’obiettivo è di raggiungere la somma necessaria per realizzare i desideri dei bambini ticinesi che soffrono. L’evento è stato possibile anche grazie alla generosità di numerosi sponsor che hanno aderito volentieri all’iniziativa : Basilese Assicurazioni, Bake with Giò, Emil Frey SA , Associazione Caffè Culturale di Lugano www.caffeculturale.ch, Villa Sassa Residence e molti altri. Le fotografie sono state scattate gratuitamente da www.viditi.ch.

Make-A-Wish® Foundation della Svizzera e del Liechtenstein è una fondazione di diritto svizzero di pubblica utilità controllata dal Dipartimento Federale dell’Interno. Make-A-Wish® Foundation è nata negli Stati Uniti negli anni ’80, è presente in 37 Paesi del mondo ed esaudisce i desideri di bambini e ragazzi gravemente malati fra i 3 e i 18 anni. (www.makeawish.ch ) Facebook : Make A Wish Foundation de Suisse et du Liechtenstein.

logo wikipedia Caffè Culturale

L’informatica, Wikipedia e le donne

Scritto da Ilario. Inserito in Eventi precedenti

wikiSi è svolta giovedì 21 febbraio la conferenza-dibattito

Il mondo informatico, prescindendo integralmente dall’aspetto e dalla forza fisica, è un territorio professionale dove l’uomo e la donna hanno le stesse possibilità e capacità. Ma è veramente così? Esistono discriminazioni e pregiudizi anche nel mondo del web?

Su Wikipedia, la realtà web 2.0 più importante al mondo, si presenta come un punto di osservazione ideale per studiare il fenomeno.

Benché non si richiedano specifiche conoscenze informatiche, tra i contributori di Wikipedia si enumerano poche donne e spesso ci si chiede perché questo accada.

Il “digital divide” esiste anche tra uomo e donna?

Ce lo hanno raccontano:

* Frieda Brioschi, presidente di Wikimedia Italia dal 2006 (http://www.wikimedia.it)
* Emma Tracanella, responsabile di Wiki Loves Monuments in Italia (http://www.wikilovesmonuments.eu)

Si è discusso di discriminazione, ma anche delle naturali differenze tra uomo e donna nel mondo del web. Naturale predisposizione oppure cultura indotta? Il pubblico ha partecipato attivamente ed è stato soltanto il richiamo della fame ad interrompere un dibattito molto acceso che ha immediatamente aperto nuovi scenari degni di ulteriori approfondimenti.